Vai ai contenutiPassa alla ricerca

La tua “routine anti-sebo” è davvero quella giusta per te?

La tua “routine anti-sebo” è davvero quella giusta per te? - SC1 - Bubble Paragraph - Image

QUESTO ARTICOLO È STATO REDATTO DALLA DOTT.SSA ROLANDA WILKERSON E TRADOTTO PER VOI

Scienziata esperta in cosmesi

In queste giornate passate a casa, ti chiedi spesso se saltare dei lavaggi possa portare dei benefici ai tuoi capelli? Dopotutto, se non puoi vedere nessuno, nessuno può vedere quello strato unto che si sta formando tra i tuoi capelli…

Non rallegrarti o adagiarti troppo di questo calendario da “socialità 0”, ecco infatti cosa dovresti sapere per seguire una corretta routine “anti-sebo”.

Ci sono molte alternative ai lavaggi con shampoo tradizionali che vedono prodotti e modalità diverse di fruizione, che stanno diventando pian piano sempre più di moda. Tra queste, c’è il “Movimento No Poo (senza shampoo)”, che prevede di lavarsi i capelli, senza l’uso di shampoo.

I sostenitori del Movimento No-shampoo affermano che gli shampoo moderni fanno più male che bene, e quindi hanno cercato altri modi per lavarsi i capelli.

Esistono tante forme diverse di lavaggio senza shampoo, quante sono le marche di shampoo in commercio, come ad esempio:

  • Usare nient’altro che acqua

  • Usare bicarbonato come shampoo e aceto di mele come balsamo

  • Bizzarri rimedi casalinghi come farina di segale, uova e persino argilla

L'idea è quindi di non utilizzare alcun prodotto o di utilizzarne uno che si ritiene sia più delicato di uno shampoo normale.

Sebbene il “Movimento No-Shampoo” abbia guadagnato popolarità, alcune persone sono ancora alla ricerca di una soluzione per curare problemi di forfora e capelli grassi e, proprio con esse, ha preso sempre più piede il movimento “La cura del sebo". Ma che cos'è esattamente il sebo, cosa fa ai nostri capelli e al cuoio capelluto e cosa ne è causa?

Cos’è il sebo e cos’è “La cura del sebo”?

Il sebo è un olio naturalmente prodotto dalle ghiandole presenti sul nostro cuoio capelluto. Si forma tramite la ghiandola sebacea e la sostanza oleosa che secerne viene utilizzata naturalmente come lubrificante dai nostri capelli fin sulla superficie della pelle.

Saltare completamente il lavaggio dei capelli per un lungo periodo di tempo, a volte per un mese o più, può essere utile per autoregolare la produzione di sebo con l'obiettivo di ottenere capelli sani: ecco la premessa alla base della "cura del sebo".

Ci sono molte ragioni per cui le persone decidono di usare metodi alternativi nel lavaggio dei capelli; la principale è per scetticismo verso molti prodotti chimici in commercio.

Alcune persone si preoccupano del perché gli shampoo hanno così tanti ingredienti e se saranno dannosi per la loro salute. C’è chi invece crede che saltare lo shampoo e lavarsi con solo la “cura del sebo” si tradurrà in capelli più sani, semplicemente autoregolando la produzione di sebo. Altri ancora sostengono che i prodotti chimici presenti negli shampoo non sono efficaci per la pulizia.

La tua “routine anti-sebo” è davvero quella giusta per te? - SC1 - Image

Ci sono troppi ingredienti dannosi?

In verità, ogni ingrediente negli shampoo attuali svolge un’importante azione; dalle più ovvie, come far sì che lo shampoo faccia la schiuma e pulisca, lasciando i capelli morbidi e districati, alle più impensabili, come mantenere la texture dello shampoo, prevenendo eventuali contaminazioni esterne e mantenendo così i capelli sani.

Tutti loro si combinano assieme per formare… la migliore esperienza di lavaggio per te e i tuoi capelli.

Lo shampoo rende i capelli grassi e la "cura del sebo" aiuta davvero?

Alcuni sostenitori della "cura del sebo" e del “Movimento No-Shampoo” non temono che gli shampoo rimuovano tutti gli oli naturali.

Credono piuttosto che questi asciughino eccessivamente i capelli e il cuoio capelluto, stimolando il cuoio capelluto a produrre olio in eccesso per compensare.

La loro teoria sostiene che questo effetto crei un "circolo vizioso", che costringe chi fa uso di shampoo a lavarsi i capelli più spesso.

La verità, tuttavia, è che il tuo corpo produce olii a un ritmo piuttosto costante, indipendentemente dalla frequenza con cui ti fai lo shampoo; e i detergenti in esso rimuovono semplicemente gli oli in eccesso (sebo) prodotti dal nostro cuoio capelluto.

Il problema con i movimenti “No-Lavaggio” e “No-Shampoo”

Si è scoperto che l'uso dei più popolari rimedi “No-shampoo” o il rinunciare al lavaggio dei capelli potrebbero in verità a danneggiare la salute dei capelli stessi e della cute. Uno sguardo anche leggermente critico ad entrambi i movimenti porta alla luce ogni sorta di problematica e logica che stanno alla base di essi.

Gli shampoo moderni sono studiati per ripulire la cute dall’eccesso di sebo e dallo sporco, senza intaccare la naturale idratazione.

E la verità è che per un cuoio capelluto davvero sano è molto importante ripulirsi periodicamente dall’eccesso di sebo.

Prendi le distanze dai movimenti “No-Shampoo” e “No-lavaggio”, perché non soltanto non ti daranno capelli puliti e belli, ma potresti persino rischiare di irritare la cute.

L'olio che si accumula sul cuoio capelluto cambia e si ossida - scomponendosi in sostanze che non solo hanno un cattivo odore, ma possono anche rendere il cuoio capelluto pruriginoso e sfibrato - creando un ambiente perfetto per i batteri e dunque un cuoio capelluto poco sano.

Gli scienziati hanno misurato quando i capelli si danneggino quando la cute non è sana. È stato dimostrato che un cuoio capelluto troppo grasso, porta a capelli malsani. La buona notizia è che una cura periodica della cute porta ad avere capelli sani e belli!

Come funziona lo shampoo?

Gli shampoo moderni sono accuratamente formulati per essere delicati con il cuoio capelluto.

Gli shampoo agiscono legandosi agli oli in eccesso presenti sul cuoio capelluto e sciogliendoli poi in acqua, così da essere sciacquati via.

In realtà è importante rimuovere l'olio in eccesso: se non trattato e lasciato stare, l'accumulo di sebo legherà i capelli in ciuffetti e attirerà polvere, polline, inquinamento e altro sporco.

Basta usare la giusta quantità di prodotto con la frequenza corretta per evitare che il cuoio capelluto venga completamente spogliato dei propri olii, mantenendo così i capelli puliti e freschi.

Ma gli shampoo apportano anche molti altri benefici, come:

  • Evitare che I capelli si spezzino e mantenerli in salute

  • Dare morbidezza ai capelli, che risultano al contempo districati

  • Proteggere il naturale Ph della tua cute

  • Far sì che i tuoi capelli profumino di buono

Delle alternative naturali agli shampoo?

Un altro problema con i movimento “No-Shampoo” e “No-lavaggio” risiede nelle alternative utilizzare per mantenere i capelli puliti.

Tra le combinazioni naturali più in voga c’è l’uso del bicarbonato come shampoo e l’aceto di mele come balsamo. Il bicarbonato di Sodio è ottimo in cucina, ma utilizzato come metodo di pulizia dei capelli può avere diverse conseguenze:

  • Risulta altamente alcalino – ha infatti un PH più elevato rispetto alla pelle e questo può portare più facilmente a un’irritazione della cute.

  • Questo squilibro dei PH, alla lunga, può comportare gravi danni ai capelli.

  • Inoltre, non è neppure un buon assorbente – non sciacqua via tutto l’olio lasciandone comunque molto deposto sulla cute.

Allo stesso modo, rimedi come uova e argilla sono altrettanto inefficaci nel pulire correttamente i capelli e non è mai stato dimostrato che funzionino su alcuni problemi del cuoio capelluto come forfora, prurito o secchezza.

Lavare spesso i capelli è una buona idea?

In studi recenti, sono state prese misure tecniche per comprendere le condizioni dei capelli e del cuoio capelluto delle persone che si lavavano i capelli con varie frequenze (da una volta alla settimana, a ogni giorno). I membri dei vari panel hanno anche condiviso la propria percezione di come sentivano i capelli e il cuoio capelluto.

È interessante notare che dalla ricerca sia emerso che lavarsi i capelli circa 5 volte a settimana fosse una frequenza ottimale per la salute dei capelli e del cuoio capelluto. Alle persone che normalmente si lavavano una volta alla settimana è stato chiesto di sostituire il loro shampoo abituale con Head & Shoulders e di usarlo quotidianamente. Tramite test dermatologici, gli scienziati hanno valutato il miglioramento della qualità dei capelli e un effettivo cambiamento nella salute del cuoio capelluto.

In entrambi i casi, la salute di cute e capelli risultava migliorata, così come la soddisfazione personale dei volontari dell’esperimento. Quindi, lavare i capelli regolarmente, o più frequentemente, con uno shampoo come lo Shampoo Classic Clean Head & Shoulders può portare i benefici desiderati non solo per il cuoio capelluto ma anche per tutta la testa!