Vai ai contenutiPassa alla ricerca

QUANDO E COME LAVARE I CAPELLI PER OTTENERE RISULTATI OTTIMALI

Questo articolo è stato scritto in collaborazione con Aideco

Non è possibile dare una risposta “giusta o sbagliata” o suggerire un approccio unico per tutti, perché la scelta del momento in cui fare lo shampoo è del tutto soggettiva. Sussistono inoltre benefici e svantaggi sia per lavaggi serali che mattutini. Alcune pratiche inoltre vanno evitate, altre approcciate nel modo più equilibrato. Vediamo nel dettaglio:

QUANDO E COME LAVARE I CAPELLI PER OTTENERE RISULTATI OTTIMALI

Detersione serale – Risparmia tempo, ma attenzione all’umidità residua

Lavare i capelli la sera, magari prima di coricarsi, permette di risparmiare tempo al mattino seguente. Inoltre, si dispone di più tempo per farli asciugare in maniera naturale, condizione ottimale sia per i capelli che per la cute, perché l’utilizzo del phon ad alte temperature (in genere per asciugarli più in fretta) può danneggiarli.
Il lato negativo è la possibilità che i capelli non si asciughino completamente prima di andare a dormire e l’eccessiva umidità residua potrebbe formare un microclima caldo/umido sul cuscino. La conseguenza è la possibile crescita di microorganismi sul cuoio capelluto, come ad esempio la Malassezia che gioca un ruolo chiave nella comparsa di irritazione, prurito e forfora.

Detersione mattutina – Inizia con il capello giusto, ma attenzione all’asciugatura

Le persone che lavano i capelli al mattino spesso hanno una maggiore percezione di freschezza e pulizia, un bel modo per cominciare la giornata. La detersione mattutina dei capelli consente di eliminare il sebo in eccesso prodotto nella fase notturna, ma il problema è l’asciugatura. Spesso infatti viene eseguita in modo più aggressivo per questioni di poco tempo a disposizione e desiderio di creare uno styling perfetto. Per questo si tende ad asciugare ed acconciare troppo velocemente i capelli, impiegando il phon alla massima temperatura. In tal modo è più probabile danneggiare capelli ed il cuoio capelluto.

Lasciare in posa il balsamo tutta la notte è una pratica corretta?

Il balsamo è un prodotto formulato per svolgere la sua azione in un tempo determinato, subito dopo lo shampoo, a capelli bagnati e con una posa di pochi minuti prima del risciacquo. Questo tempo è più che sufficiente per idratare e condizionare il fusto del capello, senza ricorrere ad applicazioni più prolungate. L’uso consigliato è quindi quello indicato sull’etichetta del prodotto.

Quando variare la propria routine per la detersione dei capelli?

È importante ricordare che sono numerose le occasioni nelle quali è necessaria una detersione aggiuntiva della cute, essenzialmente dipende dalle abitudini e dai comportamenti individuali. Ad esempio, tutto cambia quando si esercitano attività sportive o si creano condizioni fisiche e climatiche che possono più facilmente alterare le condizioni fisiologiche di capelli e del cuoio capelluto Come nel caso di eccessiva sudorazione, aumentata secrezione sebacea o accumulo di sporco ambientale, il cuoio capelluto può andare incontro ad irritazione, prurito, fastidi e i capelli possono diventare opachi e spenti.

Lavare i capelli dopo un bagno al mare o in piscina non è un optional ma l’unico modo per mantenere cute e capelli più sani, perché l’acqua salata o clorata residua li danneggia inutilmente.
Utilizzare shampoo e balsamo Head&Shoulders, con la nuova formula Derma&Pure, significa aiutare i capelli ad essere forti, sani e belli, oltre che a mantenere la cute pulita e a lenire il prurito e combattere la secchezza.